fbpx

Adriatica Oli diventa Società Benefit

Adriatica Oli diventa Società Benefit

Adriatica Oli Società Benefit

Adriatica Oli diventa Società Benefit (SB). Che cosa vuol dire? La Società Benefit è un’evoluzione del concetto di azienda che abbiamo sempre conosciuto. Mentre una società tradizionale è un soggetto giuridico costituito per generare profitto, la SB ha un duplice obiettivo: non soltanto conseguire un profitto ma anche avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera.

Un’idea che ha radici lontane

Quest’idea non è del tutto nuova, dato che già nel 1932 il giurista americano E. M. Dodd affermava che “le attività di impresa sono permesse e incoraggiate dalla legge perché sono un servizio alla società piuttosto che fonte di profitto per i loro proprietari”.

In realtà, questo concetto ha radici ancora più lontane e rimanda all’economia civile, termine coniato nella seconda metà del XVIII secolo dal professor Antonio Genovesi, economista e filosofo. Egli affermò: “È legge dell’universo che non si può fare la nostra felicità senza far quella degli altri”. L’economia civile, infatti, si fonda sulle virtù civiche, sulla felicità e sulla natura socievole dell’essere umano, che è spinto a incontrarsi con l’altro anche sul mercato. Ai giorni nostri, l’economista Stefano Zamagni aggiunge: “La logica del bene comune non ammette la sostituibilità o il sacrificio del bene di qualcuno per migliorare il bene di qualcun altro”.

La SB si inserisce in questa scia in quanto evoluzione positiva del modello dominante di impresa a scopo di lucro. Questa forma giuridica consente a un’azienda di mantenere la propria mission distinguendosi al contempo sul mercato come virtuosa e innovativa.

Caratteristiche fondamentali delle Società Benefit

Le SB si caratterizzano per il perseguimento di benefici comuni ovvero uno o più effetti positivi (o la riduzione di taluni effetti negativi) su persone, comunità, ambiente, territori, beni e attività socioculturali, enti, associazioni e altri portatori di interessi.

Il giusto equilibrio tra interessi aziendali e sociali

Per un manager, gestire una SB vuol dire sforzarsi di trovare il giusto equilibrio tra gli interessi dell’azienda e quelli della collettività. Una SB è tenuta a rispettare standard più elevati di scopo, responsabilità e trasparenza, cosa che noi abbiamo sempre fatto in linea con la nostra etica aziendale.

Valore condiviso

In definitiva, l’impatto positivo che una SB si propone di creare sulla società e sulla biosfera non è altro che valore sostenibile condiviso con i propri stakeholder. Un valore che va documentato attraverso una relazione annuale di impatto contenente i risultati e i progressi conseguiti dalla SB, nonché i suoi impegni per il futuro.

Adriatica Oli: da Srl a Srl SB

Adriatica Oli ha deciso di coniugare in sé tutte e tre le dimensioni della sostenibilità (ambientale, sociale ed economica), facendosi interprete di una visione imprenditoriale radicata nella responsabilità sociale. Vogliamo essere portatori di un cambiamento positivo per le comunità locali, il territorio e l’intero ecosistema in cui operiamo.

L’azienda crede fermamente che il tempo sia la risorsa più preziosa a disposizione di ogni individuo. Per questa ragione, ritiene che la flessibilità sia fondamentale per poterla gestire al meglio e per permettere ai propri dipendenti di conciliare lavoro e vita privata in modo efficace ed equilibrato. Gli orari adattabili alle circostanze della vita, la solidarietà e lo spirito di collaborazione tra colleghi aiutano a superare qualsiasi imprevisto. Da sempre crediamo che le relazioni professionali siano prima di tutto umane. Pertanto, favoriamo i momenti di partecipazione che fortificano l’affiatamento, alimentano la fiducia reciproca e migliorano la collaborazione a vantaggio del benessere dell’intero organico ma anche del successo dell’azienda.

40 anni di sostenibilità

La sostenibilità ambientale fa parte del nostro DNA, perché da 40 anni ci occupiamo di raccolta e avvio al recupero di rifiuti inquinanti, primo fra tutti l’olio vegetale esausto ovvero l’olio risultante dalla frittura e dalla conservazione degli alimenti che ritiriamo da ristoranti, industrie alimentari, mense e anche famiglie che lo conferiscono negli appositi contenitori gialli. Dopo un opportuno trattamento, l’olio vegetale esausto viene trasformato in biodiesel, un carburante a basso impatto ambientale che consente di evitare l’immissione in atmosfera di grandi quantitativi di CO2.

Tuttavia, questo non ci basta e nel corso del tempo abbiamo realizzato diversi progetti. Ecco alcuni esempi.

Per Olivia

“Per Olivia è la campagna di sensibilizzazione per la raccolta degli oli vegetali esausti che nasce nell’intento di girare l’Italia con un mini-van multimediale di nome Oliver per informare i cittadini, nei giorni di mercato, dei vantaggi della differenziazione degli oli vegetali esausti. “Per Olivia” entra anche nelle scuole per parlare ai bambini e alle bambine e fare di loro dei potenti alleati nella diffusione delle buone pratiche. A tale scopo, abbiamo anche creato una piattaforma e-learning interattiva che consente di educare i cittadini e le cittadine di domani ai principi della raccolta differenziata e della sostenibilità.

Amicambiente

Le buone pratiche sono il fulcro attorno al quale ruota anche il progetto “Amicambiente”, la community di ristoratori creata per impegnarsi e agire insieme a beneficio dell’ambiente e delle comunità locali con azioni concrete come le piantumazioni, che sostengono l’ecologia e l’economia del territorio e che puntano alla compensazione delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Campioni in campo e nel sociale

Con il progetto “Campioni in campo, campioni in natura”, Adriatica Oli sostiene eventi e associazioni sportive nella convinzione che lo sport e la sostenibilità procedano nella stessa direzione e che abbiano in comune valori importanti come la lealtà, la solidarietà, il rispetto delle persone e delle regole, l’impegno costante. A ciò si aggiunge il sostegno a enti che operano in campo sociale.

Altre misure green

Infine, stiamo anche implementando una serie di iniziative quali l’efficientamento energetico del nostro impianto produttivo, la gestione oculata della logistica mediante strumenti predittivi di raccolta, la digitalizzazione dei processi, l’adozione di un piano di welfare su misura delle esigenze aziendali, l’analisi di nuove possibili certificazioni quali la ISO26001 e il calcolo della nostra carbon footprint.

Vantaggi a lungo termine per Adriatica Oli Società Benefit

Il nostro CEO, Giorgio Tanoni, si dice convinto “che nel lungo periodo le aziende che abbracciano la sostenibilità e la responsabilità sociale otterranno un vantaggio competitivo. Ciò sarà positivo per la nostra reputazione e per la brand-awareness e ci avvicinerà a partner, talenti e investitori che condividono i nostri stessi valori. Sono fiducioso, dunque, che questo salto di qualità nella costellazione delle SB avrà un impatto positivo sulla nostra azienda e in più contribuirà, nel suo piccolo, a imprimere un cambiamento culturale nel mondo del business”.